La via della libertà

Storia di un ufficiale che divenne partigiano

Furio Aceto
Vincitore del Premio Pieve Saverio Tutino 2021

Alla caduta di Mussolini, il 25 luglio 1943, Furio è vicino a Roma e partecipa al tentativo di difesa della città.

Ma l’esercito è allo sbando e lui deve scegliere: aderire alla Repubblica di Salò, anche solo formalmente, o darsi alla macchia.

Furio è monarchico, un ufficiale dell’esercito, ma non ha dubbi: la Resistenza in montagna è l’unica strada.

Così parte per il Piemonte, comanda una banda partigiana e contribuisce alla liberazione di Savona.

Alla fine della guerra, torna nell’esercito, dove diventerà Generale di divisione.

Il racconto di una vita avventurosa e retta da forti ideali.