Chiudi

Ricerca

Luoghi da non perdere sulla Via Romea Germanica. Trentino, Veneto, Emilia Romagna

prato della valle padova la via romea germanica

Mille chilometri attraverso 6 regioni, dal Brennero a Roma. Un itinerario affascinante e ricco di storia, che vide il passaggio di re, papi, crociati, santi, pellegrini ed eserciti, mappato nella guida La via Romea Germanica. Ecco, per chi desidera conoscere meglio alcune tra le 46 tappe, i suggerimenti dell’autore sui luoghi da non perdere sul tratto nordico della Via, in Trentino Alto-Adige, Veneto, Emilia Romagna.

TRENTINO ALTO ADIGE: “La Bibbia dei poveri”, Bressanone

Il chiostro del Duomo di Bressanone è annoverato tra monumenti artistici più significativi dell’Alto Adige. E’ famoso soprattutto per i pregevoli affreschi gotici che rappresentano scene bibliche, realizzati da vari maestri sulle volte a crociera tra il XIV e il XV secolo. Essi non avevano solo la funzione di decorare e abbellire il chiostro, ma servivano
anche per far conoscere le Sacre Scritture a chi non sapeva leggere. Da non perdere, l’Adorazione dei Magi nella XIII arcata, e l’originalissimo cavallefante della III arcata, una sorta di bizzarro incrocio tra cavallo ed elefante.

VENETO: Prato della Valle, Padova

Molti sono i luoghi d’interesse a Padova, che, grazie anche alla Basilica del Santo che custodisce le spoglie di sant’Antonio, è una delle città più visitate al mondo.
Forse è meno noto che vi si trova la seconda piazza in Europa per dimensioni (seconda solo alla Piazza Rossa di Mosca) e certamente una delle più pittoresche. Costruito sul luogo di un grande teatro romano e di un circo per le corse, Prato della Valle è un enorme spazio monumentale ellittico con un’isola verde centrale, circondato da un canale solcato da viali che, passando su piccoli ponti, creano un gioco di geometrie davvero affascinante.

EMILIA ROMAGNA: Mausoleo di Galla Placidia, Ravenna

Questo piccolo edificio paleocristiano venne innalzato nel V secolo, forse per volere della stessa figlia dell’imperatore romano Teodosio, la “nobilissima” Galla Placidia. Con pianta a croce latina, il tempietto custodisce una decorazione a mosaico tra le più celebri al mondo, che attraverso simboli e allegorie celebra il trionfo di Cristo Buon Pastore, in una profusione d’arte che sfiora la mistica.

Immagine in testata: Prato della Valle, Padova

Vuoi rimanere aggiornato sulle novità della collana Percorsi?

Iscriviti alla nostra newsletter
Consenso(Obbligatorio)

Nessun prodotto nel carrello.