Chiudi

Ricerca

Magdalena Hai e Teemu Juhani raccontano “La bottega degli incubi” e “Nella pancia del gatto”

magdalena hai teemu juhani

Alla scoperta della letteratura finnica per l’infanzia con il duo autorale Magdalena Hai e Teemu Juhani, che abbiamo avuto modo di conoscere alla FILI Finnish Literature Exchange, una settimana di full immersion a Helsinki! E dunque eccoli qua, la scrittrice e l’illustratore della serie La bottega degli incubi, ora in libreria con Nella pancia del gatto (tradotti da Elena Entradi). A voi l’intervista, buona lettura!

Magdalena, raccontaci di Teemu.
Teemu, presentaci Magdalena.

MAGDALENA Teemu è un artista di grande talento che cerca la perfezione anche se il suo “abbastanza buono” di solito è sorprendente! Ha anche un meraviglioso senso dell’umorismo che coincide perfettamente con il mio. Posso sempre fidarmi di lui per trovare il modo più divertente per illustrare ai lettori quello che ho immaginato – anche quando gli chiedo di disegnare qualcosa di veramente strano come un polpo terrestre, una banda di folletti o una ciurma di pirati zombie.

TEEMU Magdalena è un’autrice di prim’ordine le cui storie sono piene di personaggi meravigliosi e colpi di scena elettrizzanti. I mondi immaginari che crea sono pura gioia per un illustratore, e per quanto mi riguarda riescono a mettere subito in moto la fantasia. Siamo arrivati al nostro sesto libro insieme e ancora, quando mi accingo a leggere un nuovo testo di Magda, non sto nella pelle all’idea di scoprire cosa ha inventato questa volta.

Magdalena, raccontaci da dove hai tratto ispirazione per la storia e i personaggi di La bottega degli incubi e chi pensi saranno i lettori di questa serie

MAGDALENA Ho sempre amato i mostri. Da bambina mi piaceva leggere storie di paura e, da adolescente, guardare film horror. Quando mi è stato chiesto (dall’editore finlandese di La Bottega degli incubi) di scrivere “storie spettrali e divertenti per i primi lettori” sapevo da subito cosa mi sarebbe piaciuto fare. Volevo scrivere di un negozio popolato di cose strane e di adorabili mostri, con un proprietario strampalato e una ragazzina energica, che alla fine sistema sempre le cose (con il suo amico fantasma Peter, ovviamente, perché ogni eroe o eroina ha bisogno di un amico!). Per me, il lavoro di scrivere La Bottega degli incubi è pura gioia. Penso che il lettore ideale per questi libri è chiunque si diverte con le buffe illustrazioni di Teemu e con i brividi e le risate che cerco di passare io come narratrice.

Teemu, come sei stato coinvolto da illustratore nel progetto e come è andata la collaborazione con Magdalena?

TEEMU Avevo già lavorato con Magdalena per il libro Nella pancia del gatto, che è stato anche il mio primo illustrato per bambini! Magdalena aveva individuato i miei disegni tramite il canale Instagram e suggerito all’editore di chiedermi di illustrare il libro. Sono dunque entrato nel progetto editoriale con entusiasmo e ho letteralmente adorato ogni fase del lavoro: ho realizzato il mio sogno di lunga data di illustrare un libro per bambini. Lavorare con Magdalena è stato molto facile e naturale fin dall’inizio. Così l’anno successivo, quando mi è stato chiesto di illustrare un’altra storia scritta da lei (La Bottega degli incubi), non ho esitato ad accettare. Insomma, quando la storia è ambientata in un negozio pieno di fantasmi, mostri e altre adorabili creature da incubo ma adorabili, come si fa a dire di no?!

Dunque il vostro primo libro da coautori è Nella pancia del gatto, una storia che può essere letta anche come un contributo al dibattito corrente sulle emergenze ambientali. Raccontateci

MAGDALENA La crisi ecologica in cui ci troviamo è qualcosa che noi adulti non possiamo nascondere ai nostri figli. È nelle notizie e fa parte delle loro vite. Quindi, ci devono essere modi diversi per sensibilizzare i bambini, in modo delicato e adeguato all’età, su ciò che sta accadendo. Un modo è attraverso i libri per bambini. Le fiabe in particolare, sono sempre state il nostro modo, come esseri umani, di consigliare e informare i bambini sulle cose sfortunate e spaventose del mondo, ma anche di offrire conforto. Nella pancia del gatto è una storia di avidità e catastrofe ecologica, ma anche di speranza, del coraggio delle giovani generazioni e della loro capacità di cambiare il mondo. Per questo, la Bambina e il Gatto non hanno nomi nel libro. Il gatto rappresenta il mondo adulto che sembra non riuscire a smettere di divorare il mondo, la ragazzina potrebbe essere uno qualunque dei nostri bimbi. Nella pancia del gatto è stato pubblicato in Finlandia nel 2017, quasi un anno prima che Greta Thunberg iniziasse il movimento Fridays for Future. Devo ammettere che è poi diventato per me quasi automatico riportare alla mente Greta quando penso alla Bambina. E questo mi rende davvero felice
TEEMU:
Nella pancia del gatto affronta i temi della catastrofe ecologica e dell’avidità in un modo intelligente, cioè incuriosendo e poi anche passando informazioni ai bambini. Anche il più piccolo di loro può fare la differenza: questo è il messaggio che ho cercato di enfatizzare attraverso le illustrazioni.

E a proposito di illustrazioni: Teemu, c’è un posto dove ami disegnare? Com’è il tuo studio?

TEEMU Realizzo le mie illustrazioni a casa, passando continuamente dallo schizzo al disegno su carta, alla colorazione e alla finitura delle illustrazioni al computer.

Illustrare può essere un po’ un lavoro solitario, a volte, ma fortunatamente c’è sempre qualche fantasma stravagante, una strega o un mostro che mi fissano dal foglio e mi fanno compagnia! Mi sorprendo spesso a fare facce strane mentre disegno, quando provo a catturare alcune espressioni per i personaggi, quindi penso sia una buona cosa non avere nessuno intorno 🙂

Una cartolina per i vostri Lettori in Italia! Un pensiero, un desiderio, un progetto che vi va di condividere

MAGDALENA Mentre vi scrivo, l’estate finlandese è nel suo momento più bello e posso lavorare dal mio gazebo (eccolo, in foto), mentre ascolto il cinguettio degli uccelli e il ronzio delle api. E mentre sono concentrata sui miei mostri (ovviamente!), penso anche a voi, miei piccoli Lettori italiani, e spero di potervi incontrare un giorno in Italia, uno dei miei paesi preferiti al mondo!

TEEMU Io sto lavorando alle illustrazioni per la quarta avventura di La Bottega degli incubi, piena di pirati, fantasmi, zombi e altri personaggi molto sospetti. Sono super entusiasta di questo libro, perché ho sempre amato i pirati e anche perché con questa storia i personaggi, per la prima volta, escono dal negozio e vanno all’avventura nella città in cui vivono. Spero potrete tuffarvi anche voi molto presto in questa storia ed esplorare questo nuovo mondo!

Vuoi rimanere aggiornato sulle novità della collana Acchiappastorie?

Iscriviti alla nostra newsletter
Consenso(Obbligatorio)

Nessun prodotto nel carrello.