Chiudi

Ricerca

A&MBookstore Coffeandmore

parola di libraio a&m bookstore

A&MBookstore Coffeandmore è un progetto di Anna e Andrea, due giovani ragazzi e il desiderio di creare non solo una libreria varia, ma un punto di riferimento per chi ha pile di libri a casa e cerca uno spazio per la lettura, accompagnata magari da un tè o un buon caffè. A&MBookstore vuole coinvolgere anche chi non è abituato alla lettura, perché i libri possono essere un pretesto per stringere legami con il mondo.

Anna, Andrea: raccontateci chi siete e come avete deciso che volevate aprire una libreria!
Eccoci! Ci presentiamo.
Anna, anni 29, fisico esile e sorriso smagliante, laureanda in scienze dell’educazione. Prima di aprire insieme al mio fidanzato Andrea ho maturato anni di esperienza da libraia. Amo i libri perché sono la finestra sul mondo e uno strumento di evasione mentale. Adoro il profumo della carta, respirarlo è la prima cosa che faccio quando la mattina entro in libreria ed apro le porte al pubblico. Adoro i bambini: sono la speranza per un futuro migliore.
Andrea, 34 anni, mani grandi e tanta voglia di lavorare, ho maturato esperienza di barman per anni. Ho deciso di aprire insieme ad Anna non la solita libreria di varia, ma un punto di riferimento per gli amanti dei libri.
Il nome A&M Bookstore nasce dalla nostra coppia, nella vita e sul lavoro: A sta per Ambrosino (cognome di Andrea) e M sta per Minucci (cognome di Anna); Bookstore, perchè il nostro è un concept internazionale che abbiamo portato a Napoli per la prima volta.

Foto di Anna e Andrea

Com’è il vostro quartiere? Come dialogate con la gente e le realtà del vicinato?
Da noi le persone di sentono come a casa. Ci chiamano per nome, ci vengono a trovare ed entrano in libreria non per forza per l’acquisto del libro, ma anche solo per fare due chiacchiere. Ci sono libri di varia, qualche cosa di saggistica, libri per bambini, gadget, idee regalo, giochi, e soprattutto un bar sala da tè dove potersi rilassare tra un acquisto e l’altro.

Come è cambiato il vostro modo di lavorare in questo anno di pandemia? 
Abbiamo iniziato a proporre la consegna a domicilio, ci ha aiutato tanto a sopravvivere in un periodo davvero difficile. Attualmente, facciamo ancora consegne, ma molti preferiscono venire direttamente in libreria quando possibile.

Il vostro posto preferito per leggere?
A casa sul divano, un plaid e una tazza di tè caldo. D’estate: al mare, al tramonto.

La giornata più speciale nella storia della vostra libreria?
La riapertura dopo il furto con scasso subito lo scorso anno. Abbiamo avuto il sostegno di tutto il quartiere e non solo, ci siamo ritrovati bombardati di affetto inaspettato, non pensavamo di essere così importanti e fondamentali per molti, non pensavamo di essere entrati in poco tempo nel cuore di tutti. E’ stata per noi una carica di forza e adrenalina in un momento di grande sconforto.

Se foste un libro di Terre di mezzo Editore sareste? E perché.
Un libro che ci rappresenta è Innamorati di Quentin Grèban e Hélène Delforge. Siamo innamorati. Innamorati della nostra terra, della nostra libreria, dei nostri clienti e, proprio come una coppia che affronta conflitti e riconciliazioni, la nostra libreria è riuscita ad arrivare ad essere un punto di riferimento amato non solo da noi che la gestiamo, ma anche dai clienti che sono diventati frequentatori abituali. Innamorati è anche un invito all’amore, alla meraviglia che c’è intorno che, vista con gli occhi dell’amore, può essere protetta e preservata.   

  • Iscriviti alla nostra newsletter

    Vuoi rimanere aggiornato sulle novità di Terre di mezzo?

    "*" indica i campi obbligatori

    Consenso*
    Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
  • Terre di mezzo

    Terre di mezzo editore è una casa editrice fondata a Milano nel 1994.
    Pubblica ogni anno più di 100 titoli. Tra le collane principali ci sono: L’Acchiappastorie albi e narrativa per l’infanzia, i Percorsi a piedi e in bicicletta, i manuali creativi delle Ecofficine.
    I primi grandi bestseller sono stati la prima guida al cammino di Santiago de Compostela e La grande fabbrica delle parole, di Valeria Docampo.
    Negli ultimi anni ha portato in Italia le serie di Dory Fantasmagorica e Cane Puzzone, ha pubblicato più di 40 guide ai cammini italiani e ha dato alle stampe i testi di Paolo Cognetti e Erri De Luca impreziositi dalle illustrazioni di Alessandro Sanna, e di Wislawa Szymborska con Guido Scarabottolo.

Nessun prodotto nel carrello.