Chiudi

Ricerca

San Giacomo 2020: una festa diversa

Qualche giorno fa, in Sardegna, ho riabbracciato un amico pellegrino che mi ha detto una cosa molto vera: si può camminare ovunque nel mondo e vedere posti bellissimi, incontrando gente splendida, ma di solito si arriva alla fine del cammino in una grande città e ci si sente un po’ fuori luogo, una via di mezzo fra lo zingaro e il barbone. Quando arrivi a Santiago, invece, nella piazza davanti alla cattedrale, ti senti a casa, benvenuto e abbracciato dalla città per raggiungere la quale hai faticato talvolta per settimane. 

Il Cammino di Santiago è percorso ogni anno da migliaia di persone, animate dalla fede, dalla voglia di iniziare una ricerca spirituale o anche solo dalla curiosità di compiere un’esperienza particolare, e per quasi tutti l’arrivo a Santiago è una grande festa: indipendentemente dalla fede di ciascuno, la Messa del pellegrino, il Botafumeiro e i riti della visita all’arca dell’Apostolo e dell’abbraccio del Santo restano il modo tradizionale di concludere il cammino. Il 2020 rimarrà impresso nella nostra memoria come un momento di cesura nelle abitudini collettive, incluse quelle legate al Cammino. Nonostante ciò, Santiago resta meta privilegiata e luogo del cuore per molti, anche in vista dell’Anno Santo Compostellano, le cui celebrazioni erano previste per il 2021, anno in cui la festa di San Giacomo cadrà di domenica, ma che è stato eccezionalmente prorogato fino al 31 dicembre 2022. 

Al di là delle particolari celebrazioni legate all’Anno Santo, però, il giorno di San Giacomo rappresenta il cuore di ogni estate sul Cammino: ovunque ci si trovi, il 25 luglio la festa è garantita, con fuochi d’artificio, sagre di paese ed eventi speciali aperti a tutti. 

Se poi si ha la fortuna di arrivare a Santiago proprio quel giorno, ci si troverà davanti agli indimenticabili Fuegos del Apostol, il grande spettacolo di fuochi d’artificio e luci che, ogni sera per una settimana, celebra l’origine della città e la sua identità particolare, legata alla presenza unica della tomba di un Apostolo.

Quest’anno, molti pellegrini sono stati tenuti lontani dal Covid-19 e hanno dovuto pazientare, sperando nella riapertura e magari dedicandosi nel frattempo alla scoperta di nuovi percorsi, ma Santiago intende festeggiare il suo Patrono e si è riorganizzata: se, tradizionalmente, il punto migliore per godere dei fuochi è il centro della città, con la Plaza de Obradoiro come cuore pulsante, il 25 luglio 2020 lo spettacolo pirotecnico avrà ben 8 punti di lancio, permettendo a tutti di ammirarlo dal proprio balcone e perfino dalle città vicine, fra le 23.30 e mezzanotte.

Con prudenza e nel rispetto delle nuove regole dettate dall’emergenza in corso, quindi, il Cammino e la città si adattano e cambiano, pur di continuare ad abbracciare i pellegrini, facendoli sentire i benvenuti e guardando insieme a loro sempre più avanti e sempre più in alto. 

Archeologa e Guida Ambientale Escursionistica, dopo anni trascorsi all’estero, oggi risiede in Romagna e si occupa di ricerca sulla viabilità storica e di turismo lento con il progetto “4 all’ora” (www.4allora.it).

  • Iscriviti alla nostra newsletter

    Subscribe to our newsletter

    Our monthly newsletter with a selection of the best posts

  • Terre di mezzo

    Casa editrice con sede a Milano. Pubblichiamo 70 titoli all’anno, scelti e realizzati con cura per voi.
    I Percorsi a piedi e in bicicletta, i libri per bambini de L’Acchiappastorie, i manuali creativi delle Ecofficine sono le nostre collane principali.
    Per primi abbiamo pubblicato la Guida al Cammino di Santiago, titolo bestseller oggi giunto alla 12ma edizione.
    Tra i nostri libri più amati e conosciuti: La grande fabbrica delle parole, albo illustrato da Valeria Docampo e la serie Dory Fantasmagorica, di Abby Hanlon.

Nessun prodotto nel carrello.