Chiudi

Ricerca

20 maggio, Giornata mondiale delle api

VITA DA APE, illustrato da Isabelle Arsenault

“Questo libro è per tutti coloro che amano e hanno a cuore le meravigliose creature in via di estinzione del nostro pianeta. L’ape mellifera è una delle creature più straordinarie del nostro pianeta, e purtroppo è in pericolo. Spero che questo libro possa far nascere in te l’amore per le api, e che anche tu prenda a cuore il loro futuro.”

Così scrivono nella loro dedica le autrici di “Vita da ape”, Kirsten Hall e Isabelle Arsenault.

COME SAREBBE IL MONDO SENZA API?

Senza api saremmo nei guai! Perché? Le api volano da una pianta all’altra, in cerca di nettare. Mentre viaggiano, trasportano e diffondono il polline, che feconda le piante e fa sì che esse producano nuovi semi. E i semi danno vita a nuove piante, che a noi servono moltissimo, sia per il cibo, sia per produrre altri materiali, come per esempio i tessuti e la legna.

COSA PUOI FARE PER LE API?

Ecco cinque semplici modi per aiutarle:
1. PIANTA FIORI E PIANTE OVUNQUE SIA POSSIBILE
E cerca di piantarne molte dello stesso tipo, vicine tra loro (alle api piace!). Alcune delle piante preferite dalle api sono lavanda, lillà, menta, papavero, rosmarino, salvia, zucca, zucchina, girasole, pomodoro. Evita di usare prodotti chimici e pesticidi: sono pericolosi per le api e sono la causa della loro diminuzione.
2. LASCIA IN VITA LE ERBACCE E LE PIANTE SELVATICHE!
Le erbacce sono preziose per le api: i fiori selvatici sono una delle fonti di cibo più importanti per loro.
3. COMPRA IL MIELE, MEGLIO SE DA UN APICOLTORE DELLA TUA ZONA
Quasi sempre nei mercatini agricoli e nei negozi che vendono prodotti locali, troverai anche il miele. E il miele è pieno di sostanze nutrienti! Usalo per preparare i dolci e per zuccherare il tè, mangiane un cucchiaino ogni
tanto! (Però senza esagerare: è delizioso, ma contiene moltissimo zucchero.) Sostenendo gli apicoltori, aiuti anche le api.
4. NON AVERE PAURA DELLE API
Alle api interessano il nettare e il polline, non vogliono pungerti o farti del male. Se stai fermo e tranquillo, probabilmente l’ape deciderà presto di andarsene. Evita anche di avvicinarti agli alveari: le api sono territoriali, ma finché non andrai a dar loro fastidio, loro non daranno fastidio a te.
5. DI’ AI POLITICI CHE AMI LE API!
Scrivi una lettera alla tua amministrazione locale. Di’ che ami le api e spiega perché sono così importanti. Fa’ dei disegni, usa la tua voce. Se siamo in tanti, forse possiamo salvare il futuro delle api.

Grazie dell’attenzione. E sii orgoglioso di te stesso: adesso sai molte cose sulle api, e la conoscenza è potere. Ora possiamo difendere le api insieme!

DECALOGO PER SALVARE LE API

Scarica il file (in pdf)

LA MIA AMICA APE, silent book per i più piccoli

Una bimba vive in cima a un grattacielo.

Un giorno nella sua cameretta entra un’ape. Aiuto!

La paura, però, si trasforma ben presto in una grande amicizia, che farà scoprire alla bimba le meraviglie della natura… e l’importanza delle api!

  • Iscriviti alla nostra newsletter

    Vuoi rimanere aggiornato sulle novità di Terre di mezzo?

    "*" indica i campi obbligatori

    Consenso*
    Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
  • Terre di mezzo

    Terre di mezzo editore è una casa editrice fondata a Milano nel 1994.
    Pubblica ogni anno più di 100 titoli. Tra le collane principali ci sono: L’Acchiappastorie albi e narrativa per l’infanzia, i Percorsi a piedi e in bicicletta, i manuali creativi delle Ecofficine.
    I primi grandi bestseller sono stati la prima guida al cammino di Santiago de Compostela e La grande fabbrica delle parole, di Valeria Docampo.
    Negli ultimi anni ha portato in Italia le serie di Dory Fantasmagorica e Cane Puzzone, ha pubblicato più di 40 guide ai cammini italiani e ha dato alle stampe i testi di Paolo Cognetti e Erri De Luca impreziositi dalle illustrazioni di Alessandro Sanna, e di Wislawa Szymborska con Guido Scarabottolo.

Nessun prodotto nel carrello.