Chiudi

Ricerca

I cartoni animati? Una risorsa per la didattica

crea il tuo cartone animato

CHE COS’È UN CARTONE ANIMATO

“Il cartone animato è una sequenza di immagini che, visualizzata in rapida successione, crea l’illusione del movimento, come il cinema dal vero. Ma quello di animazione può creare storie e personaggi oltre la realtà, immaginare volti e paesaggi, dare voce e carattere ai protagonisti senza dover ricorrere agli attori reali, o a costosi effetti speciali. Allo stesso tempo è anche una disciplina rigorosa che richiede dedizione e lavoro, ma il risultato è magico e ripaga la fatica fatta”.

Crea il tuo cartone animato è un bellissimo libro – laboratorio che permette ai bambini (e agli adulti curiosi!!) di immergersi nel particolare mondo dei cartoni animati, analizzando le tecniche utilizzate dai professionisti, ma soprattutto offrendo consigli preziosi, tutorial che accompagnano il lettore passo dopo passo, schede operative e materiali da fotocopiare, ritagliare e colorare per dare vita ad un vero e proprio cartone animato.

Dapprima, sono presentati gli antenati del cinema, molti dei quali risalgono alla prima metà dell’Ottocento. Spesso si tratta di piccoli congegni ludici di carta, come il taumatropio, il fenachistoscopio e lo zootropio. È interessante osservare come le persone si ingegnavano e si sforzavano, alla ricerca di strumenti utili per raccontare storie, prima dell’arrivo del cinema di animazione vero e proprio.

Avvicinandoci pian piano al presente, ecco spuntare la lanterna magica, il dispositivo di proiezione per eccellenza prima del cinema. Forse i bambini lo hanno conosciuto, in quanto vi sono ancora oggi molti giocattoli di questo tipo!

Ma… lo sapete che si può animare disegnando?

L’esempio perfetto è il flipbook, un libricino con tanti disegni (uno per ogni foglio) tra loro simili ma differenti, che descrivono una o più figure nelle fasi di un movimento o di una trasformazione. Se si sfoglia il flipbook ad una certa velocità, si crea l’illusione che la figura disegnata prenda vita!

Quante storie magiche si possono inventare e animare disegnando!

Basta solo “disegnare il movimento”, suddividendo in immagini consequenziali un’azione compiuta da un soggetto, con un’inizio e una fine e il gioco è fatto!

Ci si può sbizzarrire sfruttando anche i timbri, la sabbia e mille altri materiali differenti!

Una delle tecniche più conosciute è la Stop Motion, che si utilizza per animare oggetti come giocattoli, peluche, plastilina…

I bambini potranno mettere in pratica queste idee, realizzando macchine speciali, mezzi per inventare, raccontare, creare e liberare la fantasia, da soli o in compagnia! Emozioni e divertimento sono assicurati.

Un’esperienza in classe: fenachitoscopio e video in stop-motion

In una classe 2^ di scuola primaria, noi insegnanti stiamo svolgendo un progetto annuale sulle emozioni, con particolare attenzione alla rabbia. All’interno di questo percorso, abbiamo chiesto ai bambini di rappresentare questo stato d’animo e abbiamo osservato che tutti i bambini hanno disegnato un mostriciattolo rosso, verde oppure nero. Abbiamo poi lavorato sull’autoregolazione della rabbia, domandando ai bambini quali fossero le loro personali modalità di gestione di questa importante emozione, indirizzandoli e facendo loro conoscere quelle positive e propositive, attraverso numerose attività artistiche e con il corpo.

Insieme ad un alunno con disabilità, ci siamo lasciati ispirare dalle idee proposte dal libro “Crea il tuo cartone animato” ed abbiamo provato a realizzare alcune attività.

Inizialmente, abbiamo creato un fenachistoscopio, disegnando in sequenza il mostro della rabbia che si ingrandisce sempre di più, fino all’esplosione!

Che magia far girare questo strumento ed osservare le immagini prendere vita!

In seguito, abbiamo voluto proseguire la storia del mostro della rabbia, facendolo rimpicciolire grazie alla compagnia degli amici.

Abbiamo realizzato un piccolo video con la tecnica dello Stop Motion!

Abbiamo utilizzato un foglio bianco, uno rosso, della plastilina colorata e qualche pon pon colorato.

È stato importante fissare un setting e spostare poco alla volta solo gli elementi della scena. Abbiamo scattato più di 100 foto!

Infine, ho montato il video con il programma iMovie, ponendo tutte le foto una accanto all’altra ed impostando la velocità di 0,3 secondi per fotogramma. Ho aggiunto gli effetti sonori e le colonne sonore per rendere il video più comprensibile ed anche divertente!

Che soddisfazione mostrarlo in classe! I bambini lo hanno osservato con grande attenzione ed empatia, e sono rimasti molto sorpresi ed incuriositi:

“È una magia!”.

Sono una giovane maestra specializzata nel sostegno agli alunni con disabilità. A scuola, porto sempre una piccola valigia con dentro albi preziosi e materiali utili per affrontare con un sorriso l’argomento del giorno

  • Iscriviti alla nostra newsletter

    Iscriviti alla nostra newsletter

    Our monthly newsletter with a selection of the best posts

  • Terre di mezzo

    Casa editrice con sede a Milano. Pubblichiamo 60 titoli all’anno, scelti e realizzati con cura per voi.
    I Percorsi a piedi e in bicicletta, i libri per bambini de L’Acchiappastorie, i manuali creativi delle Ecofficine sono le nostre collane principali.
    Per primi abbiamo pubblicato la Guida al Cammino di Santiago, titolo bestseller oggi giunto alla 12ma edizione.
    Tra i nostri libri più amati e conosciuti: La grande fabbrica delle parole, albo illustrato da Valeria Docampo e la serie Dory Fantasmagorica, di Abby Hanlon.

Nessun prodotto nel carrello.