Chiudi

Ricerca

Olga e Aurora, bambine senza etichette

la bussola dei libri

Olga e Aurora sono le protagoniste di storie molto diverse. Il loro aspetto e i loro interessi sono diversi. Olga e Aurora si assomigliano però nella voglia di essere se stesse, senza etichette e senza paura.


Olga è una bambina che ama la scienza e ha una forte vena umoristica
Aurora è una giovane principessa che ama farsi tante domande e ha un forte senso di giustizia.
Quello che le accomuna è il loro coraggio, che in ognuna ha sfumature diverse.
Coraggio, oltre a essere il contrario di ‘paura’, dal latino, significa letteralmente avere cuore, cioè una condizione nella quale il cuore sta bene, è a proprio agio, quindi, io penso, in una situazione nella quale si
riesce a fare, a realizzare, ciò che si è. Se io non ho paura, ho coraggio, cioè ho cuore, l’assenza di paura è essere in sintonia con il proprio cuore e il proprio sentire. In questo senso Olga e Aurora sono bambine coraggiose, decise a realizzare ciò che sono.
Olga ha come tratti salienti l’ironia e il desiderio di studiare e scoprire cose nuove. Il suo affetto sincero è rivolto a Meh, un mostriciattolo che viene dalla spazzatura.
La forza di Aurora è la sua voglia di aiutare gli altri e la capacità di non darsi mai per vinta.

Olga è fantasiosa ma anche ben organizzata, ha metodo, e ci mostra come anche le idee più stravaganti e bizzarre abbiano bisogno di sistematicità e tenacia per generare frutti. Olga ama compilare liste, tenere quaderni, osservare e appuntare in modo scientifico le proprie osservazioni. Alla base anche delle idee più brillanti, dopo una iniziale intuizione non possono mancare volontà, impegno e metodo: questo è fondamentale per i nostri ragazzi. Non possiamo limitarci a supportare i loro sogni e la loro fantasia senza indicare insieme la necessità di trovare un metodo e di investire su un impegno costante. E Olga mostra la forza di tutto questo in ogni pagina, attraverso i suoi appunti che mischiano fantasia e rigore.

Aurora invece preferisce l’azione alla riflessione, ma anche nel suo caso l’azione poggia le basi su valori ben radicati e solidi e non si disperde in azioni vaghe e dimostrative, quello che fa ha sempre alla base un valore e una scelta consapevole. Per esempio Aurora vincerà la possibilità di incontrare il Principe tra tante altre pretendenti, ma una volta raggiunto si accorgerà che quello non era l’obiettivo sperato, e anzi sarà coinvolta dalla Regina in un’azione di salvataggio del Principe, schiavo dei videogiochi e per niente attraente o interessante.


Olga e Aurora sono in un certo senso “bambine senza etichette”: per essere se stesse non hanno bisogno di imitare o scimmiottare un’immagine già pronta, e neppure di opporvisi o svilirla. Semplicemente sono bambine che non vogliono etichette, inutili e ingombranti, che non possono essere abbattute con parole nuove e d’effetto, parole che poi vengono consumate in fretta.
La vera conquista di Olga e Aurora è la libertà, quella che possiamo mostrare e auspicare per le nostre bambine (e, perché no, anche per i bambini).
E’ la libertà di non aderire ad alcuno stereotipo per piacere e per piacersi.
La vera libertà sarà offrire ai nostri bambini la possibilità di scegliere ogni volta chi essere e come essere, senza rinunciare a qualcosa di se stessi, qualsiasi cosa sia.

Psicologa e mamma, c'è uno strumento di cui non potrei fare a meno: i libri, come bussole, ci accompagnano in un percorso di crescita e conoscenza. Ci orientano, lasciandoci sempre liberi di scegliere

  • Iscriviti alla nostra newsletter

    Subscribe to our newsletter

    Our monthly newsletter with a selection of the best posts

  • Terre di mezzo

    Casa editrice con sede a Milano. Pubblichiamo 70 titoli all’anno, scelti e realizzati con cura per voi.
    I Percorsi a piedi e in bicicletta, i libri per bambini de L’Acchiappastorie, i manuali creativi delle Ecofficine sono le nostre collane principali.
    Per primi abbiamo pubblicato la Guida al Cammino di Santiago, titolo bestseller oggi giunto alla 12ma edizione.
    Tra i nostri libri più amati e conosciuti: La grande fabbrica delle parole, albo illustrato da Valeria Docampo e la serie Dory Fantasmagorica, di Abby Hanlon.

Nessun prodotto nel carrello.