Chiudi

Ricerca

Ricerca

Jólabókaflóð, l’inondazione natalizia dei libri in Islanda

uil superpotere delle storie

La traduzione dall’islandese suona proprio così: “inondazione natalizia di libri”. Jólabókaflóð. In Islanda si festeggia leggendo!

Si tratta della tradizione islandese di regalare libri a Natale e iniziare subito a leggerli. Il 25 dicembre per gli abitanti dell’isola è la giornata dedicata ad una maratona di letture. Rigorosamente in formato cartaceo; e presumibilmente davanti a un camino e ad una bevanda bollente.

A novembre, i cittadini ricevono dall’Associazione degli editori il catalogo con le nuove pubblicazioni e iniziano a scegliere cosa vogliono leggere e regalare. Inizia così questo viaggio nei libri che avrà il suo culmine nella notte di Natale.

La tradizione del Jólabókaflóð risale alla Seconda Guerra Mondiale, un tempo in cui le importazioni dall’estero erano limitate. Altri tipi di beni erano diventati inaccessibili, mentre la carta era una delle poche merci non razionate. I libri sono diventati allora un dono prezioso, che ben si prestava ad essere anche gustato insieme e condiviso, per festeggiare, nonostante tutto, il Natale.

L’Islanda è, a tutt’oggi, il paese che legge e pubblica più libri pro capite al mondo. Altra curiosità: abbiamo un titolo islandese nel nostro catalogo! Le invenzioni antifreddo di Stína, dell’autrice e illustratrice Lani Yamamoto.

Facciamo piovere libri! Anche da noi

Perché non ispirarci anche noi a questa affascinante usanza nordica? Una “inondazione” natalizia di libri nelle nostre case! Iniziamo intanto a consigliarvi i titoli perfetti da leggere in famiglia, al calduccio, nei giorni delle Feste.

(L’illustrazione in testata è di Lorenzo Sangiò, tratta dall’albo Il superpotere delle storie, scritto da Didier Lévy e tradotto da Maria Bastanzetti).


Prossime uscite

consigliato da noi

Nessun prodotto nel carrello.