Chiudi

Ricerca

Paolo Piacentini racconta la Giornata del Camminare 2020

L’11 ottobre di ogni anno si tiene in tutta Italia la Giornata del Camminare, manifestazione promossa da FederTrek per la diffusione della cultura del camminare attraverso il coinvolgimento diretto dei cittadini, del mondo dell’associazionismo e delle amministrazioni locali.

Abbiamo fatto una chiacchierata con Paolo Piacentini, il Presidente di FederTrek e autore del libro Appennino atto d’amore, che ci ha raccontato quali sono le novità di questa edizione.

COME SARÀ L’EDIZIONE 2020 DELLA GIORNATA DEL CAMMINARE

L’ottava edizione della manifestazione giunge in un periodo di grande incertezza sul futuro. Ma proprio per questo ci sembra importante lavorare per esserci: il sito della manifestazione è pronto e stiamo realizzando pillole-spot per farlo conoscere; stanno già arrivando le prime adesioni. Iscriversi è semplice: comitati o altri tipi di realtà devono andare sul sito www.giornatadelcamminare.org e lì troverano tutte le indicazioni per aderire all’iniziativa.
Il nostro obiettivo è di realizzare molte azioni di promozione, per coinvolgere più Comuni possibile.

Siamo molto determinati nel proporre questa giornata, perché il lockdown ha dimostrato che le nostre città, senza auto, possono tornare a respirare meglio. Abbiamo sperimentato che l’aria era finalmente tornata a essere pulita, quindi invitiamo a riflettere su questo, a trarne delle lezioni e ad applicarle in diversi modi, ad esempio smettendo di utilizzare la macchina in modo irrazionale.
La città “camminabile” è a misura d’uomo e di bambino, favorisce la possibilità di muoversi liberamente e giocare all’aperto. Una città liberata dalle auto permette di vivere tutti meglio e in salute. Una città “camminabile” è accessibile a tutti, e ci tengo a ricordare che la disabilità può appartenere a tutti, anche se solo momentanea. Ci dimentichiamo troppo spesso il tema dell’accessibilità.

É necessario che ognuno di noi rifletta su un dato rilasciato dall’Agenzia europea per l’Ambiente che parla di 630.000 morti per inquinamento in Europa, ogni anno. Ho da poco scritto un articolo a riguardo, anche perché si paventa a un collegamento tra il Coronavirus e l’inquinamento. Ora più che mai penso che sia necessario insistere molto sul tema della città in salute, che crea spazi pedonali e che promuove la pedonalizzazione e le piste ciclabili.
Una città in salute dà spazio a luoghi di prossimità, mi riferisco anche allo smartworking, che permette al cittadino di non fare spostamenti inutili e di recuperare i contatti con il proprio quartiere o borgo, che per questione di vicinanza possono essere vissuti muovendosi a piedi.
La giornata del Camminare si arricchisce di tutte queste idee quest’anno ancora di più.

Promuoveremo la Giornata del Camminare come iniziativa da percorrere lungo i cammini in tutta Italia, che quest’estate hanno avuto grande successo, ma ci saranno anche camminate all’interno delle città legate a temi specifici, tra questi la Liberazione. A Roma si stanno organizzando cammini legati ai luoghi della Memoria, ma anche camminate dalla periferia al centro, che hanno come obiettivo quello di riconnettere gli spazi urbani a piedi. Ad esempio, ogni anno partecipo alla fiera Fa’ la cosa giusta! di Milano, ed è per me l’occasione di percorrere chilometri e chilometri a piedi, dall’albergo a Fieramilanocity, scoprendo luoghi che se mi muovessi con i mezzi non avrei mai visto e conosciuto.
Il camminare non è solo un’attività motoria che fa bene a livello psicofisico, ma rappresenta anche la possibilità di riprendersi lo spazio urbano.

Quest’anno, il nostro grande obiettivo è di sensibilizzare ancora di più i sindaci a liberare le città, partendo da quello che le città hanno vissuto durante la quarantena.
Ogni anno organizziamo la Giornata del camminare proprio con l’auspicio che queste misure non rimangano legate solo a una data dell’anno, ma che diventino strutturali.

  • Iscriviti alla nostra newsletter

    Subscribe to our newsletter

    Our monthly newsletter with a selection of the best posts

  • Terre di mezzo

    Casa editrice con sede a Milano. Pubblichiamo 70 titoli all’anno, scelti e realizzati con cura per voi.
    I Percorsi a piedi e in bicicletta, i libri per bambini de L’Acchiappastorie, i manuali creativi delle Ecofficine sono le nostre collane principali.
    Per primi abbiamo pubblicato la Guida al Cammino di Santiago, titolo bestseller oggi giunto alla 12ma edizione.
    Tra i nostri libri più amati e conosciuti: La grande fabbrica delle parole, albo illustrato da Valeria Docampo e la serie Dory Fantasmagorica, di Abby Hanlon.

Nessun prodotto nel carrello.