Chiudi

Ricerca

Jólabókaflóð, il 25 dicembre in Islanda si festeggia leggendo

La traduzione dall’islandese suona proprio così: “inondazione natalizia di libri”. Jólabókaflóð.

Si tratta della tradizione islandese di regalare libri a Natale e iniziare subito a leggerli. Il 25 dicembre per gli abitanti dell’isola è la giornata dedicata ad una maratona di letture. Rigorosamente in formato cartaceo; e presumibilmente davanti a un camino e ad una bevanda bollente.

A novembre, i cittadini ricevono dall’Associazione degli editori il catalogo con le nuove pubblicazioni e iniziano a scegliere cosa vogliono leggere e regalare. Inizia così questo viaggio nei libri che avrà il suo culmine nella notte di Natale.

La tradizione del Jólabókaflóð risale alla Seconda Guerra Mondiale, un tempo in cui le importazioni dall’estero erano limitate. Altri tipi di beni erano diventati inaccessibili, mentre la carta era una delle poche merci non razionate. I libri sono diventati allora un dono prezioso, che ben si prestava ad essere anche gustato insieme e condiviso, per festeggiare, nonostante tutto, il Natale.

L’Islanda è, a tutt’oggi, il paese che legge e pubblica più libri pro capite al mondo.


  • Iscriviti alla nostra newsletter

    Subscribe to our newsletter

    Our monthly newsletter with a selection of the best posts

  • Terre di mezzo

    Casa editrice con sede a Milano. Pubblichiamo 70 titoli all’anno, scelti e realizzati con cura per voi.
    I Percorsi a piedi e in bicicletta, i libri per bambini de L’Acchiappastorie, i manuali creativi delle Ecofficine sono le nostre collane principali.
    Per primi abbiamo pubblicato la Guida al Cammino di Santiago, titolo bestseller oggi giunto alla 12ma edizione.
    Tra i nostri libri più amati e conosciuti: La grande fabbrica delle parole, albo illustrato da Valeria Docampo e la serie Dory Fantasmagorica, di Abby Hanlon.

Nessun prodotto nel carrello.